T. 936 742 146
info@sotprospection.com
       
 
Documentazione e preservazione di strutture
non scavabili

A volte, attraverso la documentazione letteraria o fonti orali, si conosce l’esistenza di resti archeologici che attualmente si trovano interrati in aree nelle quali non è possibile o conveniente realizzare scavi archeologici (strade ad alto traffico, fondamenta di chiese etc.)

La prospezione con i diversi sistemi geofisici dell’area e la registrazione puntuale dei risultati permettono di ottenere informazioni riguardo alla composizione di questi giacimenti, direttamente dalla superficie, senza intaccare il sottosuolo e ottenere, così, una forma alternativa allo scavo per documentare il sito. In Inghilterra, i servizi per il patrimonio (English Heritage) utilizzano già questa tecnica di prospezione come strumento abituale per la documentazione dei siti archeologici e la loro registrazione nella carta archeologica del paese.

Risultati della prospezione con GPR all'interno della chiesa di Sant Vicenç dels Horts

Església de La Pietat
Parc de la Ciutadella
Palau dels Comtes y Basílica
Elerdia
Igartza